Turchia - 9 giorni - Emmaus Viaggi 2022

EMMAUS VIAGGI
Tour operator dal 1990
Tel. + 39 328 4425407
Vai ai contenuti

Menu principale:

Turchia - 9 giorni

Itinerari
1° giorno: Roma -  Istanbul – Adana
Raduno dei Sigg.ri Partecipanti all’Aeroporto di Roma-Fiumicino (partenze internazionali – Banco TURKISH AIRLINES, Linee Aeree Turche). Partenza con volo Turkish Airlines. Spuntino a bordo. Arrivo ad Istanbul e proseguimento (cambio di aereo) sempre con volo Turkish Airlines. Arrivo All’Aeroporto di Adana e trasferimento in albergo. Cena e pernottamento.

2° giorno: Adana – Cappadocia
Dopo la prima colazione partenza per Tarsus, l’antica Tarso, città natale di S. Paolo. “Io sono ebreo, nato a Tarso… ma cresciuto a Gerusalemme” (Atti XXI 39 & XXII 3). Si visiteranno: la Porta Romana ed il pozzo indicati col nome di S. Paolo; la moschea chiamata Ulu cami, costruita sulle rovine dell’antica cattedrale dedicata all’apostolo. Proseguimento per la Cappadocia, terra di grande fervore cristiano: gli Atti degli Apostoli ci insegnano che fra coloro che ascoltarono la prima predica di Pietro nel giorno di Pentecoste (a Gerusalemme) c’erano anche degli abitanti della Cappadocia. La visita della Cappadocia inizierà con la sosta all’antico monastero bizantino di Eskigümüş (ora trasformato in museo), ricco di raffigurazioni (in discreto stato di conservazione) di personaggi sacri. Più tardi si visiteranno i cunicoli di Kaymaklı, la cosiddetta “città sotterranea”. Al termine delle visite trasferimento in albergo. Cena e pernottamento.

3° giorno: Cappadocia
Pensione completa. Intera giornata dedicata alla visita della Cappadocia formata dall’eruzione di una moltitudine di vulcani. Quest’ambiente, una successione di panorami straordinari, è arricchito da monasteri scavati nella roccia e da chiese ad essi annesse, ricche a loro volta di raffigurazioni che ci testimoniano il fervore cristiano del “monacheismo orientale”. Si visiteranno le chiese rupestri di Göreme. L’iconoclastia non risparmiò neppure le chiese della Cappadocia. Solo dopo il decreto dell’imperatrice bizantina, Irene l’Ateniese, che vi mise fine, si assiste ad una nuova fioritura dell’arte sacra figurativa. Tuttavia alcuni esperti sostengono che le decorazioni di due chiese che visiteremo sono databili al periodo iconoclastico. Si potranno ammirare anche le bellezze naturali come “i camini delle fate” di Paşabağ, la roccaforte di Uçhisar ed il villaggio di Çavuşin. Sono previste anche numerose soste fotografiche che permetteranno di ammirare il paesaggio surreale della Cappadocia. Si avrà la possibilità di visitare un emporio di tappeti ed un laboratorio di ceramiche nei pressi di Avanos.

4° giorno: Cappadocia – Konya
Dopo la prima colazione partenza verso le regioni occidentali (dove nacquero e vissero S. Gregorio di Nazianze, San Gregorio di Nisa e S. Basilio, vescovo di Cesarea) per visitare la Valle di Ihlara; un canyon profondo di 200 metri. Il corso d’acqua che contribuì alla formazione di questa gola diede luogo anche a migliaia di grotte di cui alcune funsero da chiesa. Dopo il pranzo ad Aksaray proseguimento per Konya. Lungo il percorso si visiterà il Caravanserraglio di Sultanhani, un luogo di ristoro costruito nel periodo selgiuchide. All’arrivo a Konya visita del Mausoleo di Mevlana, fondatore del movimento mistico dei dervisci danzanti. A Konya, antica Iconio, Paolo e Barnaba arrivarono ad Antiochia di Pisidia situata sulla strada che porta a Pamukkale. Si celebrerà la santa messa nella chiesa di San Paolo. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

5° giorno: Konya – Pamukkale
Dopo la prima colazione partenza alla volta di Yalvaç, l’antica Antiochia di Pisidia, dove Paolo e Barnaba sostarono; venivano da Perge dove erano sbarcati tornando da Cipro. Proseguimento verso Pamukkale passando accanto alle rovine di Colossi. Ai cristiani di Colossi Paolo indirizza una lettera senza recarsi mai là. Proseguimento per Laodicea, una delle sette chiese dell’Apocalisse. Nel tardo pomeriggio arrivo a Pamukkale, luogo di particolare struttura geologica dove sembra che il tempo si sia fermato e che le cascate di una gigantesca fontana si siano pietrificate (depositando il carbonato di calcio contenuto nell’acqua che sgorga dalle profondità della terra). In questa località si possono ammirare anche i resti dell’antica Ierapoli, successivamente chiamata anche Gerapoli. Eusebio, riferendosi ad una lettera di Policrate, vescovo di Efeso, a Vittore papa afferma che Filippo è sepolto a Gerapoli e Giovanni ad Efeso (meta del nostro viaggio del giorno successivo). Sistemazione in albergo e tempo libero per un bagno termale alle piscine dell’albergo. Cena e pernottamento a Pamukkale.

6° giorno: Pamukkale – Izmir
Dopo la prima colazione partenza per la visita di Mileto dove nacquero e vissero i filosofi Talete, Anassimandro, Anassimene e l’urbanista Ippodamo (si potranno vedere, tra l’altro, i resti dell’antico porto). Proseguimento per Selçuk per visitare Efeso dove Paolo vi ritornò nel suo terzo viaggio e vi si trattenne per tre anni, ospite dal retore Tiranno che gli mise a disposizione la propria scuola. Di particolare interesse sono quindi le visite al sito archeologico di Efeso ed alla cappella considerata come la Casa della Madonna, dimora citata negli atti del primo concilio di Efeso. In questo posto sarà celebrata la santa messa. Trasferimento in albergo ad Izmir. Cena e pernottamento.

7° giorno: Izmir – Istanbul
Dopo la prima colazione partenza per Pergamo. Visita della città antica; dell’Acropoli, del Tempio di Adriano, del teatro (il più tipico del mondo antico) e dell’Asclepion, famoso centro curativo del mondo antico dedicato al culto del Dio Esculapio. Partenza per Istanbul. Attraverseranno il Mar di Marmara con il traghetto regolare da Yalova. Arrivo in serata ad Istanbul e sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

8° giorno: Istanbul
Pensione completa. Intera giornata dedicata alla visita della città: Museo Kariye, ex basilica di San Salvatore di Chora, dotata di splendidi mosaici del periodo Bizantino (oggi una parte del museo è chiusa per i lavori di restauro). Proseguimento con la visita dell’antico Ippodromo, ricco di monumenti come ad esempio la Colonna Serpentina; la Moschea Blu dotata di ben sei minareti e di maioliche blu; la Cisterna sotterranea Yerebatan; il Palazzo di Topkapi, famoso per il tesoro imperiale. Completamento della giornata con Grand Bazar.

9° giorno: Istanbul – Roma
Dopo la prima colazione visita della Basilica di Santa Sofia, trasformata in museo nel 1935, fu senza dubbio il monumento più vistoso di Costantinopoli. Alla fine delle visite tempo libero nel Bazaar delle Spezie. Pranzo. Trasferimento all’Aeroporto di Istanbul e partenza con volo Turkish Airlines (Linee Aeree Turche). Spuntino a bordo. Arrivo all’Aeroporto Leonardo Da Vinci di Roma-Fiumicino e fine dei nostri servizi
Tel. +39 328 4425407 (anche Whatsapp)
Emmaus Viaggi s.r.l.
Tutti i diritti riservati -
Sito creato ed amministrato da Rita Bani
P.IVA 03763141003
Torna ai contenuti | Torna al menu